fbpx

L’investimento del futuro: la Realtà Virtuale

L’investimento del futuro: la Realtà Virtuale

La Realtà Virtuale torna prepotente sul mercato mondiale mostrando segnali decisamente positivi e incoraggianti per tutti coloro che vogliono investire in una nuova attività.

Ma andiamo con ordine. Definiamo cos’è la Realtà Virtuale, quali sono le caratteristiche e i campi di applicazione.

Cos’è la Realtà virtuale?

La realtà virtuale (VR, virtual reality) è una realtà simulata nella quale l’utente si immerge e con la quale interagisce come nel mondo reale attraverso dei dispositivi informatici esterni tra cui visore, guanti, auricolari ecc.

L’ambiente virtuale, creato attraverso software sofisticatissimi, segue i movimenti della testa e dello sguardo dell’utilizzatore, cambia la prospettiva delle scene in base al punto di vista dell’utente, tutto con il fine di rendere l’esperienza più coinvolgente e realistica possibile.

Molto spesso in riferimento alla Realtà Virtuale sentiamo parlare anche di Realtà Aumentata, ma non vanno confuse.

In cosa differiscono la Realtà Virtuale e quella Aumentata?

La Realtà Virtuale cala l’utente in un mondo totalmente simulato, mentre la Realtà aumentata (AR, augmented reality) integra mondo reale e mondo digitale.

In che modo?

La tecnologia AR non fa altro che creare attraverso un computer delle immagini tridimensionali che vengono applicate e orientate sullo scenario reale come se fossero direttamente osservate da una fotocamera.

A far conoscere al pubblico la potenzialità della Realtà Aumentata è stato il gioco “Pokémon Go” uscito nel 2016, che ha riscosso grande successo. Parliamo di 50 milioni di download in soli 20 giorni!

Perché sentiamo parlare di nuovo di Realtà Virtuale?

La tecnologia ha fatto passi da gigante.

L’uomo ad oggi ha a disposizione un esteso volume di informazioni semplicemente con un click, e tutto questo ha sicuramente modificato la nostra quotidianità sia personale che lavorativa.

Tutti questi dati ovviamente sono messi a nostra disposizione da dietro uno schermo e quindi tutte le nostre azioni/decisioni rimangono in un campo bidimensionale.

Questo limite ad oggi con la Realtà Virtuale e quella Aumentata è superato.

Infatti le piccole start up ma soprattutto i grandi colossi mondiali come Samsung, Facebook, Sony, HTC e Google hanno deciso di investire in questo settore presentando sempre nuove tecnologie e facendo della realtà virtuale/aumentata il centro del loro business.

Grazie a queste grandi aziende il mercato cresce e si registrano il 27% di richieste in più di visori AR e RV  rispetto al 2018.

Parliamo di 1,3 milioni di pezzi consegnati solo nel primo trimestre del 2019, con previsioni di 7,6 milioni di visori VR/AR  venduti entro la fine dell’anno.

Quali sono i settori di applicazione della Realtà Virtuale?

La realtà Virtuale trova applicazione in diversi campi.

La ritroviamo nel campo dell’abbigliamento dove i clienti hanno la possibilità di provare abiti senza indossarli, in campo turistico dove è possibile esplorare anticipatamente nuove mete per le vacanze o ancora in ambito medico per la riabilitazione motoria e cognitiva, per simulare interventi chirurgici ecc.

Volano però del mercato della Realtà Virtuale rimane il settore gaming(ludico).

Appassionati e non di videogiochi rimangono affascinati da questa nuova forma di intrattenimento dove il momento di gioco diventa un’occasione per vivere una nuova esperienza in luoghi ed ambientazioni che probabilmente non si potrebbero vivere nella realtà.

Allora perché investire nella Realtà virtuale per il settore gaming?

Il mercato della VR presenta una grande prospettiva di crescita sia nel breve che nel lungo periodo, parliamo di un business previsto di 674 miliardi di dollari entro il 2025 solo per la Realtà virtuale, che ad oggi occupa il 60% dell’intero giro di affari.

Sul mercato italiano ci sono ancora poche sale dedicate a questa tipologia di intrattenimento e aprire in questo periodo cavalcando l’onda della novità e dell’esclusività non può che portarti ad ottimi risultati.

Si tratta di un’attività che presenta:

– bassi costi di gestione

– ottimi profitti

– target scoperto

– una bassissima concorrenza in Italia, dal momento che la posizione di leadership sul mercato è occupata dagli americani e l’Europa sta adesso iniziando a conoscere tassi di sviluppo sempre maggiori.

Se sei interessato, ma non sai da dove cominciare puoi richiedere l’aiuto di esperti del settore, distributori esclusivi in Italia, compilando il form che trovi qui sotto e sarai immediatamente contattato.

Verrai seguito e guidato nel definire l’idea di business che più fa al tuo caso.

    ARTCOLI CORRELLATI